IL ROTARY E ALBERT BRUCE SABIN

brin
https://www.facebook.com/rcchietiovest/videos/1622865287748771/

Albert B.Sabin, uomo di elevatissimo rigore morale, illuminato scienziato e benefattore dell’umanità, sin da bambino sognava di poter studiare medicina, lo aveva molto colpito la frase di un libro che il maestro lesse in classe: “Non cercate altro premio, o una grande ricompensa su questa terra, se non la gioia spirituale che possiede solo chi sa donare”. Albert non la dimenticherà più: inizia i suoi studi, poi si trasferisce dalla natia Polonia negli Stati Uniti dove studia medicina per poi praticare la pediatria e dedicarsi alla ricerca e sperimentazione sul vaccino antipolio. Dopo lunghi anni scopre un vaccino che poteva essere somministrato ponendone poche gocce su una zolletta di zucchero da ingoiare e nel 1957 lo testa su se stesso e sulle figlie Deborah e Amy. Rifiutò di brevettare il vaccino e, non volendo guadagnare sulle vendite, regalò la sua grande scoperta ai bambini del mondo.


Il Rotary International – alla fine degli anni 70 inizio anni ’80 avvia la campagna “Polio Plus”: sin da subito l’italiano Sergio Mulitsch di Palmenberg, rotariano del RC Treviglio e Pianura Bergamasca, si adoperò, in particolare, per studiare la fattibilità e la gestione del progetto di vaccinazione di massa. Non si trattava solo di lanciare una raccolta di fondi, ma di scegliere i vaccini, mettere a punto la strategia della loro somministrazione e conservazione a bassa temperatura e gestirne la distribuzione. La campagna di vaccinazioni di massa, per gran parte merito proprio di Albert Sabin e di Sergio Mulitsch (e che avrà, nel tempo, assieme al Rotary partner importanti quali OMS, UNICEF, i Centri Statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) e la Fondazione Bill e Melinda Gates), venne presentata nella Convention del Rotary di Roma nel 1979. Si cominciò con le Filippine e Sergio Mulitsch, che ne intuì l’alto valore umanitario, organizzò, tra non poche, prevedibili difficoltà, l’intera operazione, dalla raccolta fondi alla conservazione, alla spedizione, alla distribuzione ed alla somministrazione, con la preziosa consulenza di Sabin, di due milioni di dosi di vaccino. All’operazione Filippine seguì l’operazione antipolio per il Marocco. Nel 1985 il Rotary lancia l’idea di debellare definitivamente la poliomielite. Nel 1988 l’OMS (in rappresentanza di 173 Paesi) accetta la proposta del R.I., e, all’unanimità, decreta l’avvio ufficiale della Campagna per l’eradicazione della polio dal mondo,che prese il nome di Operazione Polio Plus, proponendo nel contempo il conferimento del titolo di Organismo non Governativo (ONG) al Rotary International. Il seguito è storia dei nostri giorni: solo tre Paesi ancora interessati da pochi casi e il lancio di END POLIO NOW per decretare la sconfitta della poliomelite.
Rimarrà celebre la sua frase: “Non voglio che il mio contributo al benessere dell’umanità sia pagato con della moneta…..I nostri sforzi devono essere rivolti a debellare le sacche di povertà che si stanno sempre più allargando…..”.
Ai Rotariani Italiani, Sabin era un socio rotariano onorario, nel maggio del 1981, ebbe a dire “Sono a conoscenza di quanto il Rotary ha fatto per la poliomielite e so che voi in Italia siete stati all’avanguardia tra i Rotary Club di tutto il mondo nell’avviare l’azione contro questo terribile flagello”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...